Mauro Mancina

Nato il 4 dicembre 1941 a Pinzolo (Tn), ove risiede.

 

Dopo aver conseguito il diploma di maturità professionale, ha frequentato la facoltà  di giurisprudenza sostenendo diversi esami, ha partecipato a vari seminari di specializzazione nel campo del marketing turistico e  delle pubbliche relazioni.

 

Ha una pluriennale esperienza professionale nel settore turistico, in particolare della promozione, alla quale è approdato dopo aver svolto attività di direzione e pubbliche relazioni nel settore del Food and Beverage.

 

Dal 1975 al 1978 è stato in forza presso l’azienda Autonoma di Soggiorno di Madonna di Campiglio e Pinzolo.

 

Nel 1978 al 1989 ha assunto la direzione della neocostituita Azienda Autonoma di Soggiorno di Pinzolo. Sono stati anni importanti, dove si sono fatte scelte strategiche per quanto riguarda l’orientamento al mercato e  le conseguenti dotazioni infrastrutturali, promuovendo una  crescita turistica che ancora oggi si può definire equilibrata. Basti pensare che nel 1975, anno del suo insediamento Pinzolo registrava poco più di 100.000 presenze annue, negli anni 90  si è raggiunto l’ambito traguardo del milione di presenze.

 

Negli anni 1990-2000 ha avuto l’opportunità di approfondire  una realtà importante quale il termalismo, come responsabile dell’Ente Turistico delle Terme di Comano, un esperienza che lo ha arricchito di conoscenze tecniche  su un offerta strategica per quella zona e significativa per il Trentino.

Ha avviato ed affermato L’Ente Turistico nel momento della sua costituzione, dopo la riforma Malossini istitutiva delle APT, promuovendo scelte importanti in grado di guardare oltre al termalismo, attività già consistentemente affermata, negli anni in cui si scopriva un nuovo modo di considerare ed apprezzare l’offerta turistica quale il “turismo a misura d’uomo”, che  in zona più che un enunciazione era una valida realtà, sulla quale ancora  stanno lavorando  raccogliendo apprezzabili soddisfazioni.

 

Dal  1994 al  2005 è stato sindaco di Pinzolo – Madonna di Campiglio e S. Antonio di Mavignola. La sua amministrazione è stata protagonista della riqualificazione ambientale e strutturale di Madonna di Campiglio e di Pinzolo ed ha orientato  Sant'Antonio di Mavignola verso una sua razionale  dimensione di centro dotato di sue specificità, vista la sua collocazione in un ambiente di particolare interesse naturalistico ed ambientale.

 

Molte sono le opere realizzate anche  in sinergia con la Provincia e con gli operatori locali.

 

E’ stato:

 

  • Membro del consiglio di amministrazione di Informatica Trentina

  • Membro del Comitato Internazionale FIS (Federazione Int.  Sport Invernali).

 

Sport praticati: golf, sci, escursioni in montagna.

 

Hobby: lettura in preferenza di attualità, musica classica in preferenza Vivaldi e Chopin.